A gennaio deadline per le iscrizioni

Pubblicato da admin il

wpsitalia_lignano

Photo © Pietro Rizzato 2019 / WPS ITA / FINP

Il 27 Febbraio oggi ci sembra così lontano. Davanti ci sono mesi, settimane e giorni: di allenamenti, di giornate passate a far fatica, di ore a nuotare in vasca. C’è del tempo per prepararsi, per arrivare pronti a quello che si annuncia come un appuntamento importantissimo e pieno di campioni. Però, a pensarci bene, quella data non è poi così lontana: lo sanno gli atleti, che con un pennarello rosso hanno segnato sul calendario il giorno in cui partiranno le gare. Lo sanno quelli del COL, che stanno lavorando già da un po’ perché tutto vada per il meglio, perché tutto fili liscio come l’olio.

Anche perché le scadenze incombono: una, la più importante, la deadline per le iscrizioni che è stata ufficializzata. Gli atleti che saranno sottoposti a classificazione internazionale dovranno iscriversi entro il 6 gennaio 2020, mentre per tutti gli altri atleti il termine è fissato per il 19 gennaio 2020.

“Le scadenze – dice Federica Fornasiero del COL – ci ricordano che la settimana dell’evento si avvicina, si avvicina sempre di più. Noi stiamo lavorando perché siamo consapevoli dell’importanza di questa edizione. Ci aspettiamo numeri importanti, ci aspettiamo tante squadre provenienti dall’estero, ci aspettiamo grandi prestazioni. Abbiamo cambiato le date rispetto alla nostra collocazioni abituale per la concomitanza con gli Europei: questo perché il 2020 sarà un anno importantissimo. Detto degli Europei, l’appuntamento che tutti attendono è quello delle Paralimpiadi di Tokyo: e le World Series di Lignano saranno l’ultima occasione per ottenere i tempi per qualificarsi. E poi, nulla mi leva dalla testa l’idea che per tutti noi italiani saremo la squadra da battere: ai Mondiali di Londra abbiamo fatto qualcosa di incredibile e ora abbiamo addosso gli occhi di tutti. Sono certa che gli atleti più forti si stanno allenando duro perché vogliono battere gli italiani: e quanto vorrebbero farlo qui a casa nostra…?”

Francesco Caielli

Categorie: Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *