Dietro le quinte con Lega Ambiente e FriulBrau

Pubblicato da admin il

L’importanza di chi sta in acqua. L’importanza di chi sta a bordo vasca e quella di chi sta dietro le quinte. L’importanza dei volontari e la loro generosità. E l’importanza di chi ha deciso di crederci: gli sponsor, tassello fondamentale in un mosaico bellissimo. Incontriamone due, presenti a fine giornata per le premiazioni.

Karen Bori, Legambiente: “L’idea di fare qualcosa insieme al comitato organizzatore è nata meno di due mesi fa, grazie a Sandra Benedet: avremmo voluto fare di più, avremmo voluto eliminare tutte le bottigliette di plastica sostituendole con delle borracce d’alluminio. Ma alla fine budget e tempi ristretti ci hanno fatto rivedere i programmi: però ci siamo, e siamo qui per essere vicini a questi ragazzi e per sensibilizzarli sulle tematiche ambientali. Tre cose accomunano noi di Legambiente al mondo paralimpico: la tenacia, il fatto che appena si raggiunge un obiettivo si pensa già a quello successivo, la voglia di stare con gli altri. No, non potevamo mancare”.

Renato Driusso, Friul Brau: “La nostra azienda è molto sensibile, molto vicina a questo mondo: e quando ci chiedono una mano, noi gliela diamo. Personalmente, la mia storia personale e familiare mi avvicina ancora di più a queste realtà: vedere i ragazzi in acqua, azzera tutto e dà il giusto valore ai nostri problemi”.

Francesco Caielli

Categorie: WPSitaly_2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *