Conferenza stampa

Pubblicato da admin il

Si è tenuta questa mattina, presso il villaggio Bella Italia di Lignano Sabbiadoro, la conferenza stampa di presentazione della tappa delle World Series che si terranno dal 30 maggio al 2 giugno prossimi.

 

Saranno quasi 500 i nuotatori paralimpici presenti a Lignano, rappresentanti di 33 nazioni. 246 di loro lotteranno per ottenere il pass per i Mondiali di Londra di settembre 2019 e per ottenere il tempo minimo per le paralimpiadi di Tokyo 2020.

 

Alessandro Marosa, vicesindaco di Lignano: “Innanzitutto un ringraziamento agli atleti che settimana prossima saranno i veri protagonisti, e al presidente del comitato organizzatore Francesco Bettella per aver organizzato per il secondo anno questo importantissimo evento. Lignano Sabbiadoro è la sesta località italiana per numero di presenze e una serie di importanti investimenti hanno fatto sì che lo sport diventasse una leva importantissima, in cui integrazione e accessibilità sono due parole che fanno da filo conduttore e che rendono questo luogo un punto di riferimento in Italia e in Europa. Auguri a tutti gli atleti”.

Sandro Scodeller, assessore allo sport del comune di San Michele al Tagliamento “Ho avuto il piacere lo scorso anno di assistere alla premiazione, è un onore vederli tornare qui: ricordo quando ero ragazzino, e qui al posto del villaggio e della piscina c’era un collegio. Direi che così è molto più bello e divertente: in bocca al lupo a tutti, spero di vedere tanto pubblico sulle nostre tribune”.

Eloisa Bortolan, Villaggio Bella Italia: “Vi porto i saluti del nostro Amministratore Delegato Federico Delaini, e dopo le tante belle parole spese per il nostro villaggio da parte di tutti ci tengo a ringraziare il comitato organizzatore per essere riuscito a portare qui da noi, nelle nostre strutture, una manifestazione così importante”.

Roberto Valori, Presidente Federazione Italiana Nuoto Paralimpico: “Non può mancare il mio saluto e quello di tutta la Federazione per questo grande evento, che vanta grandissimi numeri e porterà a Lignano gli atleti più forti del mondo. Ho avuto modo di condividere i mesi passati con il gruppo di persone che stanno organizzando questo evento: un gruppo fantastico, e per noi come Federazione è importante sapere di avere alle spalle una realtà del genere che ci fa stare tranquilli. A nome della Federazione, un grande in bocca al lupo ed evviva la World Series di Lignano”.

Francesco Bettella, presidente Comitato Organizzatore: “Per prima cosa voglio ringraziare il Comune di Lignano per il grande sostegno che ci continua a dare, e allo stesso modo la Regione Friuli Venezia Giulia. Grazie anche al Villaggio Bella Italia che ci ospita e con il quale collaboriamo da tanti anni, e che con la sua logistica perfetta è il luogo ideale per la nostra manifestazione. Non posso però non parlare del gruppo che insieme a me organizza questo evento, e senza il quale nulla sarebbe possibile: un lavoro fondamentale, importantissimo e insostituibile. Perché tante sono le variabili da gestire e organizzare. Grazie a tutti gli sponsor che ci aiutano, ci sostengono e rendono possibile questa manifestazione. Saranno gare di altissimo livello e molto importanti: ci stiamo avvicinando alla fine del quadriennio olimpico e queste gare saranno le ultime valide per conseguire i tempi di qualificazione ai prossimi mondiali. Il mio grazie, nell’obiettivo di migliorarci sempre e di migliorare gli ottimi risultati organizzativi della scorsa edizione, va a tutti quelli che ci sono e che ci saranno”.

Stefano Gigante, docente ISIS Latisana e Lignano. Gli studenti saranno presenti durante la settimana di gare e, con la loro presenza concreta, aiuteranno gli atleti in tutte le loro piccole esigenze. “Per i ragazzi questo evento è la conclusione di un percorso, iniziato qualche anno fa e rivolto allo sport e all’integrazione: quindi, siamo noi a ringraziarvi. E in bocca al lupo a tutti”.

Katia Aere, atleta paralimpica: “Siamo pronti, dobbiamo essere pronti: io sono una friulana doc quindi dovrò tenere alta la bandiera del Friuli e dell’Italia. Questa è una tappa speciale, fondamentale e bellissima se non altro per tutto il lavoro organizzativo che ci sta dietro: so quello che queste persone stanno facendo, si meritano tutto il nostro impegno”.

Antonio Fantin, atleta paralimpico: “Gioco in casa, questa è la piscina che mi ha permesso di allenarmi e raggiungere il risultato di diventare campione del mondo. Qui c’è la possibilità di avere tutto a portata di mano, in pochi metri, in uno spazio agevole e sicuro: e questo è fondamentale, è qualcosa di unico al mondo. Grazie, ovviamente, a tutti gli organizzatori: anche loro unici”.

Oliviero Castiglioni, vice presidente Federazione Italiana Nuoto Paralimpico: “E’ un piacere vedere tanta gente, per un evento che la Federazione ha molto a cuore: questa location ci permette di essere davvero tutti insieme e tutti uniti, ed è bellissimo vedere la presenza delle scuole nel nostro percorso in inclusione e integrazione. Ringrazio la squadra degli organizzatori, perché sono loro che ci permettono di raggiungere questi risultati”.

 

Ufficio Stampa

Categorie: WPSitaly_2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *